MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile
 
   

di Maddalena Vantaggi

321

15/05/2009

 

Rifiuto Con Affetto

Perché buttarlo via?

Tutti almeno una volta nella vita abbiamo esclamato “Mi dispiace buttarlo via!”. Ciò significa che a causa della mancanza di spazio o per la tendenza allo spreco, gettiamo nella spazzatura oggetti ancora utilizzabili, che finiscono quindi al macero o in discarica.

Perché non dare una seconda possibilità a questi oggetti? Nasce così l’idea di creare RCA, il servizio che permette di “rifiutare con affetto” quegli oggetti che ci dispiace buttare via, rimettendoli in circolazione per coloro che se ne vogliono “riaffezionare”. Ciò che è inutile per una persona può infatti essere utile per un’altra.

Il progetto RCA “legittima” una pratica già diffusa, soprattutto tra studenti, amanti del vintage e persone con difficoltà economiche: quella del recupero di oggetti ancora in buono stato dalle aree di raccolta rifiuti o dagli stessi cassonetti. RCA può considerarsi una ulteriore categoria di differenziazione con un suo impatto ecologico: come esiste l’RSU per i Rifiuti Solidi Urbani, c’è l’RCA per gli oggetti da Rifiutare Con Affetto.

Per questo abbiamo deciso di creare il cassonetto RCA: dota­to di ante scorrevoli trasparenti e di interni suddivisi in mensole, permette di posizionare con facilità gli oggetti e altrettanto agevolmente di recuperarli. Attingendo all’idea di vetri­na, si crea una nuova relazione tra l’interno e l’esterno del cassonetto: l’azione del buttar via e quella del rovistare si trasformano in un lascia e prendi. Il luo­go del rifiuto per eccellenza diventa punto di scambio tra oggetti che riacquistano utilità e occasione d’incontro tra persone che si riaffezionano.

Posizionato negli spazi pubblici o privati - piazze, strade ma anche scuole, biblioteche, condomini, centri di aggregazione, etc…-  il cassonetto RCA diventa un armadio pubblico a disposizione di tutti i cittadini. RCA stimola una riflessione sullo spreco e sul gesto quotidiano del gettare nella spazzatura, mettendo in evidenza l’importanza di un “rifiutare” critico e consapevole.

 


Condividi

 Facebook                        Upnews

Commenti


commenta...
 
nel numero 29 del 02/01/2010:
379 Buon anno Mondo!
380 COP15
381 Roma e la Terza Rivoluzione Industriale
382 Italia: 2009, considerazioni sulla vivibilità
383 Ricostruzione Abruzzo
384 Greenpeace: ecco le aziende hi tech eco-sostenibili
386 H&M e l'invasione del cotone mutante
390 Fà la cosa giusta 2010
412 Spiagge italiane:
414 Ecoturismo in crescita:
417 I Souvenir da Evitare per le Eco-Vacanze
419 “Vacanze Romane”
420 Eco-Catamarano Plastiki
421 Olio fritto, dove si butta?
422 Ecospiaggia 2010;
nel numero 28 del 16/11/2009:
371 Fine della caduta.
372 Banda larga: facciamo il punto
373 Guerra ai Wattivori
374 Summit Copenhagen 2009
375 Fao: Summit sulla Sicurezza Alimentare 2009
376 Renzo Landi: il successo dell'azienda emiliana si chiama avanguardia e formazione
377 Brunello Cucinelli
378 Professioni Verdi
nel numero 27 del 02/10/2009:
365 Segnali di ripresa
366 Green Economy: quando l'agricoltura non è più un taboo
367 Crisi e aziende: dove vanno le banche.
368 Condivisione degli utili tra impresa e lavoratori
369 eBook: se i grandi snobbano i piccoli
370 Abi: luci ed ombre sulla moratoria per le famiglie
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
 
MY-GREEN: Etico, Eco, Bio, Sostenibile